In vista della sua prima gara il campione del nuoto si allena a Sharm el Sheikh assieme al gruppo di TriathlonTravel.

Sono le 10 del mattino del primo marzo, quando mando un sms a Massimiliano Rosolino per chiedergli l’orario migliore per un’intervista telefonica. Pochi minuti dopo il mio telefono squilla.

Avete presente quella vecchia pubblicità di quella compagnia telefonica con la ragazzina che dice alla mamma “prontociaosonoiomirichiamiciao”? Ecco, questo è Massimiliano Rosolino e la sua voce che zampilla da un posto affollato:Ueciaocaraoggièunagiornataunpoincasinata,facciamodomanimattinaalle9,30?graziecara,ciaoebuonagiornata! 

La mia testa è rimasta indietro, la conversazione è finita e sto ancora digerendo le sue ultime parole. Domani mattina alle 9,30… grazie cara ciao e buona giornata!

Capita che qualcuno nella vita abbia qualche marcia in più, e la leggenda del nuoto Massimiliano Rosolino è una di queste: pura adrenalina, musica ad alto volume, voglia di trovare il tempo per fare tutto, perché tutto lo entusiasma.

E l’ultima passione di Max si chiama triathlon ed è iniziata  l’anno scorso, a Sharm el Sheikh, assieme al gruppo di Triathlon Travel. Una passione che diventa una sfida e che quest’anno porterà l’olimpionico del nuoto a debuttare nella sua prima gara della triplice… Quale?

Ancora troppo presto per scoprirlo, intanto però Rosolino si prepara a ripartire dal 26 marzo al 2 aprile alla volta dell’Egitto dove tornerà ad allenarsi, questa volta non per gioco, assieme al gruppo di Marco Marchese e seguito dalle telecamere di Icarus – Sky Sport HD.

– 2 marzo ore 9,30

Massimiliano ciao, ti disturbo, ti stavi allenando vero? 

No adesso no, ma ti racconto cos’è successo stamattina … Abitiamo a 800 metri dalla scuola, Natalia ha preso la macchina per portare la bambina, allora io ho messo le scarpe da running e sono andato di corsa, sono arrivato esattamente assieme a loro… queste sono soddisfazioni; chi l’avrebbe mai detto, lo sport è libertà… tra Napoli e Roma ho trovato un sacco di parchi, giardini e luoghi stupendi dove allenarmi assieme a gruppi di runner e amici, sia che ti piaccia correre da solo, con la musica sia che ti piaccia condividerla se prima la corsa era un dovere ora ho scoperto una passione, quando arrivi ti senti rinascere

E con la bici come va?

Mi alleno 3/5 volte a settimana di corsa, nuoto 2 e 3 volte a settimana e un paio di volte esco in bici; nella bici ci sono un sacco di punti interrogativi da metabolizzare, ma sfrutterò l’opportunità di Sharm e l’occasione di tornare ad allenarmi con il grande Alessandro Bertolini per essere un po’ meno “bisteccone”. Alessandro è attentissimo, il mio primo giorno in bike l’anno scorso è stato un disastro, ma già dal secondo giorno ero in grado di pedalare per 65 km, anche se la mia stazza è decisamente più imponente della sua non è che me la potevo tirare più di tanto con Alessandro… vedrò di sfruttarlo bene e di godermi ancora quello stupendo spettacolo che è il deserto in bicicletta…

Che ricordo hai di Sharm Sport 2016 e cosa ti aspetti da quest’anno?

Ho il ricordo di un posto fantastico; i colori, le temperature miti e perfette che si trovano in questo periodo, il tramonto spettacolare mentre pedali in gruppo, l’acqua trasparente del mar Rosso con gli allenamenti in nuoto perché, sai… nuotare in piscina è diverso dal nuotare in acque libere …e poi il gruppo. Ricordo che appena sono arrivato mi son trovato subito a mio agio, e piano piano mi sono fatto apprezzare, è un gruppo di sportivi appassionati, che non si risparmia a fare un km in più, che non cerca scorciatoie, la cosa bella è che vivi una settimana a tutta e poi hai il privilegio di allenarti insieme a professionisti veri, io contagiavo il gruppo per il nuoto, Alessandro era il riferimento per la bike, Martina (Martina Dogana ndr) è una triatleta vera. E poi c’è Marco Marchese, ed è grazie a lui se per me oggi lo sport è libertà, me l’ha insegnato lui

Chi ti seguirà nella corsa, Martina?

Certo, se la becco sì… l’anno scorso chi l’ha vista… era sempre là davanti, quest’anno mi toccherà legarla perché stia al mio passo …

Cosa pensa la tua compagna di questa tua nuova passione per il triathlon? 

E’ disperata … (ride)

Dato che non ci sveli la gara in cui debutterai allora intanto ci vediamo a Sharm per seguirti in allenamento, in boccata lupo Max!

GrazieateviaspettoaSharmgraziecarabuonagiornataciao!

di Elisa Ravaglia